Karaoke Aquilano

Ispirati da Imagine.Pavia.it e dall’evento “Una città per John Lennon” abbiamo tradotto in dialetto aquilano la canzone Image. In seguito abbiamo riscritto in aquilano altri famosi brani: provate anche voi a fare il karaoke aquilano! 😉

Premio Verga d’Argento 2016

Il 5 Agosto 2016, per il progetto L’A, abbiamo ricevuto il Premio Verga d’Argento dal Comune di Castel del Monte durante la 57 edizione della Rassegna Nazionale degli Ovini. Un premio prestigioso soprattutto perché ci incoraggia a credere ancor di più nella promozione e nella valorizzazione del territorio aquilano e delle sue bellezze.

Per l’occasione abbiamo realizzato un flyer che descriva e sintetizzi l’evento che ogni anno richiama migliaia di persone (e di ovini) sul Gran Sasso d’Italia.

Proprio quest’ultimo, con lo skyline del borgo storico (uno dei più belli d’Italia) di Castel del Monte, compone lo sfondo della grafica.

In primo piano abbiamo ipotizzato un bizzarro podio della rassegna ovina: vince la fascia di Miss Pecora 2016 una simpatica ovina con in mano una verga e degli arrosticini.

Al secondo posto di questa particolare rassegna si piazza un cane pastore abruzzese, lo sceriffo del gregge, un omaggio alla recente scomparsa di Bud Spencer e del suo personaggio Bambino del film “Lo chiamavano Trinità” girato proprio in prossimità di Campo Imperatore.

Sul gradino più basso del podio troviamo un furbo lupo aquilano travestito da pecora, che però è ubriaco perché forse ha confuso l’ovino con “lo vino” (“il vino” in dialetto aquilano).

Premio Verga d’Argento 2016 ilcapoluogo.it

Video Rassegna Ovini 2016 LAQTV

Dell’Aquila, di L’Aquila o de L’Aquila?

Dell’Aquila, di L’Aquila o de L’Aquila?

Diciamo subito che tutte le forme sono corrette, o quanto meno non sono errate, e che c’è un confronto anche tra i linguisti.

La discussione si allarga in generale a tutti i nomi propri con l’articolo e la lingua italiana denota forse una carenza in queste situazioni: ad esempio si scrive “nei Promessi Sposi si narra di Renzo e Lucia” o “in I Promessi Sposi si narra di Renzo e Lucia”? E ancora: “Dante è l’autore de La Divina Commedia”, “di La Divina Commedia” o “della Divina Commedia”?

Proviamo a sintetizzare l’articolo “Uso delle preposizioni prima dei nomi propri che contengono un articolo” dell’Accademia della Crusca nelle tre forme che riguardano L’Aquila:

dell-aquila-di-laquila

  1. de L’Aquila: questa forma permette di mantenere “intatto” il nome “L’Aquila” ma la preposizione “de” nell’italiano moderno non esiste;
  2. di L’Aquila, a L’Aquila, su L’Aquila, da L’Aquila: anche queste forme permettono di mantenere il nome “L’Aquila” ma scrivere “di la”, “a la”, “su la” o “da la” appartiene a uno stile arcaico e analitico (queste prime due forme vengono addirittura escluse dal dizionario.rai.it);
  3. dell’Aquila, all’Aquila, sull’Aquila, dall’Aquila: in queste forme l’articolo (che c’è sempre, non sparisce) si unisce alla preposizione e riproduce fedelmente la pronuncia (vedi anche treccani.it.

È quindi preferibile quest’ultima forma, d’altra parte anche le più importanti istituzioni cittadine hanno adottato la dicitura “dell’Aquila” come L’Università degli Studi dell’Aquila e la Provincia dell’Aquila (questa per decreto).

Anche parlando abitualmente diciamo “lo zafferano dell’Aquila”, vado all’Aquila, i monumenti dell’Aquila ecc, così come diciamo “vado al Cairo”, “nei migliori bar dell’Avana”, “la Corte internazionale di giustizia dell’Aja”.

E La Spezia? Quest’ultima sembra fare eccezione proprio perché gli abitanti dicono di Spezia, eliminando del tutto l’articolo (fonte: dizionaripiu.zanichelli.it).

Anche se guarda l’immagine seguente:

Ovviamente anche noi potremmo tornare a scrivere Aquila, ma secondo noi l’articolo e l’apostrofo ci identificano e ci differenziano e poi ci piace L’A 🙂

Voi quale forma preferite?